Attivare e incoraggiare modelli di governance del bene comune virtuosi e sostenibili

Il processo si organizza secondo la metodologia di un bilancio partecipativo: ai giovani dai 14 ai 30 anni verrà proposto di indicare sulla piattaforma i luoghi per essi più significativi (spazi) e narrarli, pubblicando storie o l’uso che essi fanno di quegli spazi (esperienze).

Il progetto

Il progetto si propone di attivare e incoraggiare modelli di governance del bene comune virtuosi e replicabili promuovendo al contempo la coesione sociale e il protagonismo giovanile.

Con il processo partecipativo proposto si intende fornire alla popolazione giovanile locale strumenti utili all’adozione di un metodo decisionale dinamico basato sul confronto e l’inclusione, nonché competenze tecniche di progettazione di interventi e/o servizi. Il percorso porterà questi cittadini a sviluppare una riflessione collettiva, grazie anche alla collaborazione di tutta la comunità, da cui prima individuare punti di forza e necessità del territorio, per poi elaborare proposte progettuali sostenibili per migliorare la vivibilità di questo.

Il progetto

Dopo mesi di incontri svolti nel quartiere e tra i suoi abitanti per cercare "i beni comuni da riqualificare” e dopo aver dato il via ad una maratona di idee, attraverso un laboratorio di progettazione partecipata, un gruppo di giovani dai 14 ai 30 anni sono riusciti a proporre 3 progetti per il quartiere di Gorla e Turro. Ad ascoltarli una giuria di Assessori, Consiglieri Comunali ed altri stakeholder che ne hanno accolto con entusiasmo il contenuto!

Scopri i progetti finalisti

Organizzato da

BiPart TPL ETC

Con il contributo di

Fondazione Cariplo